Salta al contenuto
Nota bene: la traduzione in olandese di questo articolo è fornita solo per comodità. La traduzione viene creata automaticamente tramite un software di traduzione e potrebbe non essere stata revisionata. Pertanto, la versione inglese di questo articolo deve essere considerata come la versione di governo contenente le informazioni più recenti. È possibile accedervi qui.

Creare e utilizzare insiemi di dati

Ultimo aggiornamento: maggio 12, 2022

Si applica a:

Operations Hub Enterprise

Un set di dati è una raccolta di dati provenienti da tutto l'account HubSpot che possono essere utilizzati in report personalizzati. Un dataset può includere proprietà per oggetti CRM e risorse HubSpot, oltre a formule per calcolare i dati secondo le necessità. Ad esempio, è possibile creare un campo per calcolare i ricavi ricorrenti annuali in base alla proprietà "deal amount".

La creazione di più set di dati per i team evita ai creatori di report di dover selezionare le fonti di dati ogni volta che devono creare un report. Un set di dati può anche essere aggiornato dopo la creazione, rendendo possibile l'aggiornamento simultaneo di tutti i report che utilizzano quel set di dati.

Di seguito, si spiega come creare un set di dati, come utilizzare il set di dati nel report e le definizioni delle funzioni disponibili nello strumento Set di dati.

Creare un set di dati

Per creare un set di dati:

  • Nel vostro account HubSpot, andate suReport>Datasets.
  • In alto a destra, fare clic suCrea dataset.

Verrete indirizzati alla scheda Unisci

del costruttore di set di dati.

Unirsi

Per prima cosa, selezionare le fonti di dati da includere nel set di dati. Le fonti di dati sono gli oggetti, le risorse e gli eventi su cui si desidera creare un report. Sono inclusi tutti gli oggetti del CRM, come i contatti o gli oggetti personalizzati, e le risorse, come le pagine del sito web e le e-mail, le conversazioni, le attività di vendita e altro ancora. È possibile selezionare fino a 5 fonti di dati per ogni set di dati.

La fonte di dati principale sarà il fulcro del dataset e tutte le altre fonti di dati si riferiranno a quella fonte principale. Per collegare queste fonti di dati, HubSpot unisce i dati in background utilizzando il percorso più breve possibile. I contatti e le offerte, ad esempio, sono direttamente collegati e possono essere selezionati senza bisogno di ulteriori join.

Tuttavia, altre fonti di dati non possono essere associate direttamente e richiedono fonti aggiuntive per unire i dati. Ad esempio, se l'origine principale è Deals e si desidera includere i dati dei post del blog nel report, HubSpot può collegare queste fonti solo attraverso le fonti Contatti e Attività web

. Queste altre fonti saranno selezionate automaticamente per unire i dati.
  • Per selezionare l'origine dati primaria, fare clic sul menu a discesa Origine dati primaria, quindi selezionare un'origine dati.

    datasets-join-tab0
  • Continuare a selezionare altre fonti di dati. Nel pannello di destra è possibile visualizzare le relazioni tra le fonti di dati attualmente selezionate.
  • Durante la selezione delle fonti, visualizzare il riquadro Anteprima nella parte inferiore dello schermo per avere un'anteprima dei dati.
  • Dopo aver selezionato le fonti di dati, in alto a destra, fare clic su Avanti.

Preparare

Selezionare i campi da includere nel set di dati. È possibile aggiungere al set di dati le proprietà HubSpot esistenti e i campi formula personalizzati.

Aggiungi proprietà

  • Per aggiungere proprietà al dataset, trascinare le proprietà dalla barra laterale sinistra alla sezione Costruisci il dataset.

2021-10-28_11-28-34 (1)

  • Per rinominare una proprietà o visualizzare un'anteprima dei suoi dati, fare clic sulla proprietà inCostruisci il dataset, quindi inserire un nuovo nome nel campoNome a destra. La ridenominazione di una proprietà ne aggiornerà il nome solo in questo dataset. Ciò consente di personalizzare la visualizzazione dei campi nel Generatore di report, ma non influisce sul nome della proprietà esistente.

Aggiungere campi formula

I campi formula sono specifici per il set di dati e possono essere utilizzati per calcolare i valori in base alle proprietà del set di dati. Per saperne di più sulla creazione di formule utilizzando espressioni flessibili

.
  • Per creare un campo formula, fare clic su Crea campo formula.

    dataset-create-formula-field0
  • A destra, inserire unnome per il campo.
  • Nel campoFormula, inserire la formula. È possibile fare riferimento alle proprietà aggiunte al set di dati e ad altre proprietà di HubSpot al di fuori del set di dati e utilizzare funzioni per calcolare in base ai dati delle proprietà e ai dati letterali. Per saperne di più sulla sintassi e sulle definizioni delle formule, vedere di seguito.
    • Per inserire manualmente la formula, iniziare a digitare nel campoFormula. Per impostazione predefinita, HubSpot visualizza le opzioni di completamento automatico durante l'immissione del testo. Per disattivare il completamento automatico, deselezionare la casella di controllo Mostra guida alla formula.

      dataset-formula-field-auto-complete0
    • Per inserire una proprietà aggiunta al dataset, fare clic sul menu a discesa Campo creato e selezionare laproprietà.
    • Per inserire una proprietà non presente nel dataset, fare clic sul menu a discesaProprietà HubSpot e selezionare laproprietà.
    • Per inserire una funzione, fare clic sul menu a discesaFunction e selezionare unafunzione.
formula-field-options0
  • Quando si creano formule, il campoFormula mostra uno stato di convalida. Quando una formula non è valida, viene visualizzato un indicatore di stato rosso e si può fare clic su Convalida per visualizzare i dettagli dell'errore.
    dataset-formula-field-validation0
  • Una volta impostati i campi, fare clic su Avanti in alto a destra.

Aggiungere campi condizionali

Nota bene:

questa sezione contiene informazioni su una funzione attualmente in fase beta.

I campi condizionali consentono agli utenti di raggruppare o raggruppare i dati in base a condizioni prestabilite. Questi campi possono essere utilizzati solo nei set di dati o nel costruttore di report personalizzati

. È possibile utilizzare i campi condizionali per calcolare commissioni diverse in base alle dimensioni di un accordo o per tradurre le risposte di feedback in categorie, ad esempio un'etichetta compresa tra 1 e 6 viene etichettata come un detrattore.

Il campo condizionale consente di costruire una formula utilizzando la funzione IF(). Tutti i campi costruiti utilizzando un campo condizionale possono essere ricreati utilizzando una funzione IF() in un campo di creazione di formule standard.

  • Fare clic su Crea campo condizionale per creare un nuovo campo condizionale.
    create-conditional-field
  • A destra, inserire unnome per il campo. Questo nome verrà visualizzato quando si costruisce un report utilizzando questo segmento.
  • Nella sezioneCondizione, inserire la condizione IF. Per ogni riga di dati, se la condizione impostata in questa sezione è vera, la riga sarà etichettata dal valore impostato nelcampo Allora. Se la condizione è falsa, la riga sarà etichettata dal valore impostato nelcampo Valore predefinito . È possibile fare riferimento alle proprietà aggiunte al set di dati e ad altre proprietà di HubSpot esterne al set di dati e utilizzare le funzioni per calcolare in base ai dati delle proprietà e ai dati letterali. Per saperne di più sulla sintassi delle formule e sulle definizioni, vedere di seguito.
    • Per inserire manualmente la formula, iniziare a digitare nel campoIF. Per impostazione predefinita, HubSpot visualizza le opzioni di completamento automatico durante l'immissione del testo.

      enter-condition
    • Per inserire una proprietà HubSpot, una proprietà aggiunta dall'utente al dataset o una funzione, fare clic sul menu a discesa Inserisci, quindi selezionare Proprietà HubSpot, Campo creato o Funzione.

      if-condition-insert-menu
    • Nel campo Allora, inserire il valore da assegnare se la condizione è vera.
    • In alternativa, è possibile selezionare la casella di controllo Espressioni avanzate per calcolare un valore o fare riferimento a una proprietà invece che a un'etichetta. Ad esempio, è possibile utilizzare le espressioni avanzate per calcolare una commissione.
  • Per aggiungere un altro campo condizionale, fare clic su Aggiungi blocco di condizioni. I blocchi condizionali vengono elaborati in modo sequenziale: se la prima condizione è vera, viene impostato il valore definito in quel blocco. Se non è vera, HubSpot passa al blocco successivo e così via. Alle righe che non soddisfano le condizioni impostate verrà assegnato il valore di Default.

    add-conditional-block
  • Nella sezione Valore predefinito , inserire un valore per Else se la condizione non è soddisfatta.

    enter-then-condition
  • Una volta impostati i campi, fare clic su Avanti in alto a destra.
Ad esempio, per utilizzare i campi condizionali per valutare i clienti in base al loro livello di abbonamento, creare tre blocchi condizionali.

example-conditional-field

Filtri

Raffinate ulteriormente i vostri dati aggiungendo dei filtri ai vostri campi.

Per aggiungere un filtro:

  • Dalla barra laterale sinistra, fare clic e trascinare campi nella sezione Filtri inattivi nella sezione Filtri inattivi.
  • Fare clic su un campo per visualizzare le opzioni di filtro. Selezionare un filtro e fare clic su Applica.
  • È possibile raggruppare i filtri facendo clic su un campo e poi sul menu a discesa Raggruppa con un altro filtro. Selezionare un altro filtro attivo e fare clic su Applica.

datasets-group-filters0

    • È possibile modificare il raggruppamento dei filtri in base alla logica eofacendo clic sulselettore della logica tra i filtri, quindi selezionandoe o.

      datasets-and-or-filter0
    • Per disaggregare i filtri, fare clic su unfiltro, quindi fare clic sul menu a discesaRaggruppa con un altro filtro. SelezionareNessuno, quindi fare clic suApplica.
  • Dopo aver impostato i filtri, fare clic suAvanti.

Rivedere

Rivedere il set di dati prima di salvarlo.

  • In Sorgenti, visualizzare le origini dati selezionate.
  • In Campi, visualizzare i campi del dataset. Questi includono:
    • Campo: il nome del campo.
    • Derivato: se il campo è un campo standard di HubSpot o un campo calcolato personalizzato.
    • Tipo di dati: il tipo di dati contenuti nel campo.
    • Input: l 'espressione del campo.
    • Fonte: l'origine dei dati (ad esempio, Contatti).
  • Nel pannello Anteprima, visualizzare l'anteprima dei dati. È possibile fare clic su Visualizza relazioni tabella per vedere come sono collegati i dati.
  • Dopo aver esaminato i dati, salvare il set di dati facendo clic su Salva.
  • Nel pannello di destra, inserire un nome e una descrizione per il set di dati.
  • Fare clic su Applica.

Si accede quindi al costruttore di report dove è possibile creare un report

basato sul set di dati.

Visualizzare e gestire i set di dati

Nella dashboard dei set di dati è possibile visualizzare e modificare i set di dati esistenti.

  • Nel vostro account HubSpot, andate su Report > Datasets.
  • È possibile filtrare i dataset esistenti utilizzando i filtri nella parte superiore della tabella.
  • Per modificare un set di dati, passare il mouse sul set di dati e fare clic su Modifica. Si accede così alla pagina dei dettagli del set di dati.
    • Nella scheda Anteprima, visualizzare un'anteprima dei dati del dataset.
    • Nella scheda Metadati, visualizzare le fonti di dati e i campi inclusi nel set di dati. Questi includono:
      • Campo: il nome del campo.
      • Derivato: se il campo è un campo standard di HubSpot o un campo calcolato personalizzato.
      • Tipo di dati: il tipo di dati contenuti nel campo.
      • Input: la stringa utilizzata per inserire i dati nel campo.
      • Fonte: la fonte dei dati (ad esempio, Contatti).
    • Nella scheda Rapporti, visualizzare i rapporti creati utilizzando il set di dati.
    • Dalla pagina dei dettagli del set di dati, è anche possibile creare un nuovo report utilizzando il set di dati facendo clic su Crea report.

Creare un report utilizzando un set di dati

Una volta creato un set di dati, è possibile creare un report basato sul set di dati dal costruttore di report o dallo strumento set di dati.

  • Per creare un report dall'interno di un set di dati:
  • Per creare un report dal costruttore di report personalizzati:
    • Nel tuo account HubSpot, naviga su Rapporti > Rapporti.
    • In alto a destra, fare clic su Crea rapporto personalizzato.
    • Nella barra laterale sinistra, selezionare Generatore di rapporti personalizzati.
    • A destra, fare clic sulla scheda Sfoglia set di dati per visualizzare i set di dati esistenti.

      browse-datasets-tab0
    • Selezionare il set di dati da utilizzare e fare clic suAvanti.

Riferimento

Sintassi

All'interno di una funzione, è possibile utilizzare dati provenienti da proprietà e campi o dati letterali. I dati delle proprietà e dei campi saranno dinamici in base alle singole fonti di dati, mentre i dati letterali sono costanti. Ad esempio:

  • 2021-03-05 è una data letterale, costante.
  • [CONTACT.createdate] è una data basata su una proprietà, che è dinamica per ogni record di contatto.

Le funzioni possono includere sia dati letterali che dati di proprietà e campi, purché i tipi di dati siano compatibili con gli argomenti richiesti dalla funzione. Ad esempio:

DATEDIFF("MONTH", "2021-01-01", "[CONTACT.createdate]")

Di seguito, si illustra la sintassi dei letterali e dei dati di proprietà/campo e come incorporarli nelle formule.

Sintassi dei letterali

I letterali consentono di aggiungere ai calcoli stringhe statiche di testo, numeri, valori veri o falsi e date.

  • Stringa letterale: testo circondato da virgolette. Ad esempio, "My cool string".
  • Letterale numero: numeri senza virgolette. Ad esempio, 42.
  • Letteralebooleano: vero o falso.
  • Letterale di data: una stringa formattata come "AAAA-MM-GG" o un numero di data (ad esempio, 1635715904).

Sintassi delle proprietà

I riferimenti alle proprietà consentono di includere direttamente i valori delle proprietà delle fonti di dati selezionate. Non è necessario aggiungere la proprietà come campo del set di dati per potervi fare riferimento.

Per fare riferimento alle proprietà, utilizzare la seguente sintassi:

  • Le espressioni di riferimento sono sempre circondate da parentesi quadre ( [ e ] ).
  • I riferimenti alle proprietà specificano il nome dell'oggetto o dell'evento, seguito da un punto e dal nome della proprietà interna. Ad esempio:
    • [CONTATTO.fase del ciclo di vita]
    • [AZIENDA.nome]
    • [e_hs_scheduled_email_v2.__hs_event_native_timestamp]

Sintassi di riferimento ai campi

È possibile fare riferimento ai campi in una formula circondando il nome del campo con parentesi quadre. Ad esempio:

    • [Campo 1]
    • [Il mio fantastico campo personalizzato]

È possibile fare riferimento ai campi nelle formule purché gli operatori e le funzioni della formula accettino il tipo di dati del campo. Ad esempio, se si crea un nuovo campo che contiene una stringa, è possibile fare riferimento al campo in una funzione che accetta stringhe:

  • Se il campo 1è [DEAL.name], contiene un valore stringa (il nome del deal).
  • CONCAT([Campo 1], "Q4") sarebbe valido perché contiene due valori stringa.
  • CONCAT([DEAL.name], 2012) non sarebbe valido perché contiene sia un valore stringa che un valore numero.

Operatori

È possibile utilizzare gli operatori con valori letterali e di proprietà/campo e gli operatori vengono valutati secondo l'ordine standard delle operazioni di PEMDAS. È possibile annidare gli operatori utilizzando le parentesi. Ad esempio:

  • Aggiunta di un numero con un riferimento a una proprietà: 1 + [DEAL.amount]
  • Utilizzo delle parentesi per annidare le operazioni: (1 + 2) * (3 + 4)
Operatore Descrizione Esempio di utilizzo

+

Aggiunge numeri. Restituisce un numero.

1 + 1
= 2

[DEAL.amount] + 100

-

Sottrae numeri. Restituisce un numero.

100 - 1
= 99

EXP(1) - EXP(1)
= 0

WEEKNUM([DEAL.closedate]) - WEEKNUM([DEAL.createdate])

*

Moltiplica i numeri. Restituisce un numero.

2 * 2
= 4

POW(10, 2) * -1
= -100

[DEAL.amount] * 0,5

/

Divide i numeri. Restituisce un numero.

10/ 2
= 5

[DEAL.amount] / DATEDIFF("DAY", [DEAL.createdate], [DEAL.closedate])

-

Annulla un numero.

-100
= -100

-[DEAL.amount]

E o &&

Verifica se entrambi i valori booleani sono veri. Restituisce un booleano.

vero E falso
= falso

CONTIENE("HubSpot", "Hub") && CONTIENE("HubSpot", "Spot")
= vero

OPPURE o ||

Verifica se uno dei due valori booleani è vero. Restituisce un booleano.

vero O falso
= vero

CONTIENE("HubSpot", "Hub") || CONTIENE("HubSpot", "CRM")
= vero

!

Negativo di un valore booleano. Restituisce un altro valore booleano.

vero
= falso

= o ==

Operatore di uguaglianza. Restituisce un valore booleano.

=vero
= vero

IF

La logica IF è un insieme di regole eseguite se viene soddisfatta una determinata condizione. È possibile utilizzare la logica IF per differenziare i dati. Ad esempio, è possibile utilizzare la logica IF per:

  • Calcola commissioni diverse in base alle dimensioni di un affare (ad esempio, assegna una percentuale più alta per un affare più grande).
  • Suddividere le transazioni in livelli per l'analisi e l'azione nei rapporti.
  • Tradurre le risposte di feedback in categorie (ad esempio, l'etichetta 1-6 è un detrattore).
  • Definire la priorità dei contatti in base al numero di giorni in cui sono stati contrassegnati come lead.

Funzioni numeriche

Funzione Definizione Argomenti Esempio di utilizzo

ABS

Calcola il valore assoluto di un numero. Restituisce un numero.

ABS(numero)

numero: il numero di cui calcolare il valore assoluto.

ABS(-10)
= 10

ABS(10)
= 10

CEIL

Arrotonda un valore decimale al numero intero più vicino. Restituisce un numero.

CEIL(numero)

numero: il numero di cui prendere il massimo.

CEIL(3,14)
= 4

CEIL(EXP(1))
= 3

CEIL(LN([DEAL.amount]))

DIV0

Divide un numero, ma restituisce zero quando il divisore è zero. Restituisce un numero.

DIV0(dividendo, divisore)

dividendo: il numero da usare come dividendo nell'operazione di divisione.

divisore: il numero da usare come divisore nell'operazione di divisione, con zero che dà come risultato un valore complessivo nullo.

DIV0(5, 2)
= 2.5

DIV0(5, 0)
= 0

DIV0([DEAL.amount], DATEDIFF("DAY", [DEAL.createdate], [DEAL.closedate]))

EXP

Numero di Eulero del computer elevato a un valore. Restituisce un numero.

EXP(esponente)

esponente: l'esponente a cui elevare il numero di Eulero.

EXP(1)
= 2.718281828459045

EXP(0)
= 1

PIANO

Arrotonda un valore decimale al numero intero più vicino. Restituisce un numero.

PIANO(numero)

numero: l'esponente a cui elevare il numero di Eulero.

PIANO(3,14)
= 3

CEIL(EXP(1))
= 2

PIANO(LN([DEAL.amount]))

LN

Calcola il logaritmo naturale di un valore. Restituisce un numero.

LN(numero)

numero: il valore di cui calcolare il logaritmo naturale.

LN(1)
= 0

LN(EXP(1))
= 1

LN([DEAL.amount])

LOG

Calcola il logaritmo di un valore in una base specificata. Restituisce un numero.

LOG(base, valore)

base: la base da utilizzare per il calcolo del logaritmo del valore.

valore: il numero di cui calcolare il logaritmo.

LOG(10, 1)
= 0

LOG(10, 10)
= 1

LOG(10, [DEAL.amount])

POTENZA

Eleva un valore base a una potenza specificata. Restituisce un numero.

POTENZA(base, esponente)

base: il numero di cui calcolare la potenza.

esponente: il numero di cui elevare la base.

POTENZA(2, 10)
= 1024

POTENZA(100, 0,5)
= 10

POTENZA([DEAL.hs_arr], 2)

SQRT

Esegue la radice quadrata di un numero non negativo. Restituisce un numero.

SQRT(numero)

numero: il numero di cui fare la radice quadrata.

SQRT(100)
= 10

SQRT([DEAL.hs_arr])

CESTINO_LARGHEZZA

Suddivide i valori numerici in secchi di uguale larghezza. Restituisce il numero del secchio in cui rientra il valore.

Se il valore restituito è inferiore al minimo, restituisce zero. Se il valore restituito è superiore al massimo, restituisce il numero di bucket +1.

WIDTH_BUCKET(valore, minValue, maxValue, bucketCount)

valore: il numero da calcolare nel numero di bin.

minValue: il valore minimo da cui iniziare il binning.

maxValue: il valore massimo a cui eseguire il binning.

bucketCount: il numero desiderato di bucket di uguale larghezza in cui suddividere i valori tra minValue e maxValue.

SECCHIO_DI_LARGHEZZA(25, 0, 100, 10)
= 3

LARGHEZZA_BUCKET(95, 0, 100, 10)
= 10

LARGHEZZA_FOSSILE(-1000, 0, 100, 10)
= 0

SECCHIO_DI_LARGHEZZA(9999, 0, 100, 10)
= 11

CESTINO_LARGO([DEAL.amount], 0, 10000, 1000)

Funzioni di stringa

Funzione Definizione Argomenti Esempio di utilizzo

CONTIENE

Determina se una stringa contiene una sottostringa sensibile alle maiuscole. Restituisce un valore booleano.

CONTAINS("stringa", "sottostringa")

stringa: il valore della stringa da testare.

substring: il valore da verificare all'interno della stringa.

CONTAINS("HubSpot", "Hub")
= vero

CONTAINS("pippo", "bar")
= falso

CONTAINS([CONTACT.firstname], "Mike")

CONCAT

Concatena due stringhe. Restituisce una stringa.

CONCAT("stringa1", "stringa2")

string1: il valore della stringa a cui verrà aggiunta la stringa2.

string2: il valore della stringa da aggiungere alla stringa1.

CONCAT("Hub", "Spot")
= "HubSpot"

CONCAT([CONTATTO.nome], CONCAT(" ", [CONTATTO.cognome]))

LUNGHEZZA

Calcola la lunghezza di una stringa. Restituisce un numero.

LUNGHEZZA("stringa")

stringa: il valore della stringa di cui calcolare la lunghezza.

LUNGHEZZA("HubSpot")
= 7

LUNGHEZZA([FEEDBACK_SUBMISSION.hs_content])

TRIM

Rimuove gli spazi bianchi iniziali e finali da una stringa. Restituisce una stringa.

TRIM(" stringa ")

stringa: il valore della stringa da cui tagliare gli spazi bianchi.

TRIM(" I gatti sono fantastici ")
= "I gatti sono fantastici"

Funzioni per le date

Funzione Definizione Argomenti Esempio di utilizzo

DATA_DA_PARTI

Crea un valore di data dalle parti di anno, mese e giorno. Restituisce una data.

DATE_FROM_PARTS(anno, mese, giorno)

anno: la parte anno della data desiderata.

mese: la parte del mese della data desiderata.

giorno: la parte del giorno della data desiderata.

DATA_DA_PARTI(2021, 1, 1)
= 2021-01-01

DATEDIFF

Restituisce il numero di unità di tempo tra il primo valore di data e il secondo per un'unità di tempo specificata. Restituisce un numero.

DATEDIFF("datePart", "date1", "date2")

datePart: l'unità di misura dell'anno, del trimestre, del mese, della settimana o del giorno da utilizzare nel calcolo della differenza.

date1: il valore della data iniziale da sottrarre a date2.

date2: il valore della data finale da cui sottrarre date1.

DATEDIFF("GIORNO", "2021-01-01", "2021-02-01")
= 31

DATEDIFF("MESE", "2021-01-01", DATE_FROM_PARTS(2021, 2, 1))
= 1

DATEDIFF("QUARTIERE", [DEAL.createdate], [DEAL.closedate])

DATEPART

Estrae l'anno, il trimestre, il mese, la settimana o il giorno da un valore di data. Restituisce un numero.

DATEPART("datePart", "date")

datePart: l'unità di anno, trimestre, mese, settimana o giorno da estrarre.

data: il valore della data da cui estrarre una parte di data.

DATEPART("GIORNO", "2021-03-15")
= 15

DATEPART("MESE", DATE_FROM_PARTS(2021, 3, 15))
= 3

DATEPART("ANNO", [DEAL.createdate])

DATETRUNC

Tronca il valore di una data all'anno, al trimestre, al mese, alla settimana o al giorno.

DATETRUNC("datePart", "date")

datePart: l'unità di anno, trimestre, mese, settimana o giorno da troncare.

date: il valore della data da troncare.

DATETRUNC("ANNO", DATE_FROM_PARTS(2021, 3, 15))
= 2021-01-01

DATETRUNC("MONTH", "2021-03-15")
= 2021-03-01

DATETRUNC("GIORNO", [pagina_visitata.__hs_evento_nativo_timestamp])

TIMESTAMP_DA_PARTI

Crea un valore di timestamp dalle parti anno, mese, giorno, ora, minuto e secondo. Restituisce un valore datetime.

TIMESTAMP_FROM_PARTS(anno, mese, giorno)

anno: la parte dell'anno della data desiderata.

mese: la parte del mese della data desiderata.

day: la parte del giorno del giorno desiderato.

TIMESTAMP_DA_PARTI(2021, 1, 1)
= 2021-01-01

SETTIMANA

Calcola il numero della settimana all'interno di un anno per una data. Restituisce un numero.

WEEKNUM("data")

data: il valore datetime con cui calcolare il numero della settimana all'interno di un anno.

WEEKNUM("2021-03-15")
= 11

WEEKNUM(“1609459200”)
= 11

WEEKNUM("[deal.createdate]")

ORA

Restituisce l'ora corrente in base al fuso orario dell'account. Restituisce un valore datetime.

ORA()

ORA()
= 1633611966314

GIORNI LAVORATIVI

Restituisce il numero di giorni della settimana (da lunedì a venerdì) tra due date.

GIORNI LAVORATIVI(valore1, valore2)

valore1: il valore iniziale della data.

valore2: il valore del datetime finale.

WORKINGDAYS("2022-01-01", "2022-01-31")
= 21

WORKINGDAYS("1640995200", "2022-01-31")
= 21

GIORNI LAVORATIVI([DEAL.createdate], ORA())

Was this article helpful? *
This form is used for documentation feedback only. Learn how to get help with HubSpot.