Salta al contenuto
Nota bene: la traduzione in italiano di questo articolo è fornita solo per comodità. La traduzione viene creata automaticamente tramite un software di traduzione e potrebbe non essere stata revisionata. Pertanto, la versione inglese di questo articolo deve essere considerata come la versione di governo contenente le informazioni più recenti. È possibile accedervi qui.

Glossario HubSpot

Ultimo aggiornamento: ottobre 11, 2023

Disponibile con uno qualsiasi dei seguenti abbonamenti, tranne dove indicato:

Tutti i prodotti e i piani

Imparare le definizioni dei termini comuni utilizzati negli strumenti di HubSpot.

Account e configurazione

  • GDPR: una legge dell'Unione Europea (UE) che protegge i dati personali dei cittadini e dei residenti dell'UE e dello Spazio economico europeo. Essa delinea i requisiti necessari per le aziende dell'UE e per tutte le aziende che raccolgono o elaborano tali dati personali. Requisiti simili si trovano anche in molte leggi nazionali sulla privacy dei dati al di fuori dell'UE. HubSpot fornisce impostazioni e strumenti per seguire il GDPR e altre leggi sulla privacy dei dati.
  • Integrazione: una connessione tra due app, come Slack e HubSpot. L'utente si collega all'app e l'integrazione è la connessione tra HubSpot e l'app.
  • Mercato:
    • App Marketplace: una directory online dove è possibile scaricare applicazioni gratuite e a pagamento che si integrano con HubSpot.
    • Asset Marketplace: una directory online da cui è possibile scaricare moduli, modelli e temi gratuiti e a pagamento da utilizzare per e-mail di marketing, landing page, pagine web e blog.
  • Limitazione dell'accesso: un modo per separare gli strumenti e le risorse di HubSpot da utenti o team specifici.
  • Set di autorizzazioni: set predefiniti di autorizzazioni per gli utenti. Utilizzate i set di autorizzazioni per garantire autorizzazioni coerenti tra i vostri utenti.
  • Team: gruppi di utenti dell'account che possono essere utilizzati per scopi organizzativi e di reporting.

CRM

  • Attività: azioni intraprese sui record del CRM. Tra gli esempi vi sono le note, le e-mail, le attività, le riunioni programmate e le chiamate.
  • Feed di attività: un feed che mostra gli impegni, come le interazioni con le e-mail one-to-one, le riunioni prenotate, le visualizzazioni di documenti e altro ancora.
  • Associazione: rappresenta una connessione o una relazione tra i record del CRM. È possibile associare i record tra loro o le attività ai record.
  • Azienda: l'oggetto utilizzato per qualsiasi organizzazione salvata nel CRM.
  • Contatto: l'oggetto utilizzato per qualsiasi persona salvata nel CRM.
  • Oggetto CRM: un tipo di relazione o di processo che la vostra azienda ha.
    • Oggetti CRM standard: comprendono contatti, aziende, offerte, biglietti e oggetti personalizzati.
    • Oggetti definiti da HubSpot: strumenti aggiuntivi di HubSpot che utilizzano lo stesso framework degli oggetti CRM standard, il che consente di segmentare o creare report su di essi. Alcuni oggetti definiti da HubSpot sono le chiamate, le conversazioni, i prodotti e i preventivi.Oggetto CRM: un tipo di relazione o di processo che la vostra azienda ha, come i contatti, le aziende, le offerte e i biglietti.
  • Deal: l'oggetto utilizzato per memorizzare le informazioni sulle transazioni in corso durante le fasi del processo di vendita.
  • Punteggio HubSpot: un numero che indica la qualificazione dei contatti in base ai criteri impostati nello strumento di lead scoring di HubSpot.
  • Pagina indice: un elenco dei record di ciascun oggetto, ad esempio la pagina indice dei contatti.
  • Pipeline: un modo per monitorare gli oggetti del CRM in diverse fasi. Le pipeline di vendita possono essere utilizzate per prevedere le entrate e identificare gli ostacoli nel processo di vendita. Le pipeline dei ticket possono essere utilizzate per gestire gli stati dei ticket di assistenza e identificare le tendenze.
  • Proprietà: campo creato per memorizzare i dati di un oggetto. Ogni oggetto ha un proprio insieme di proprietà e tutti i record di quell'oggetto avranno le stesse proprietà. HubSpot crea e utilizza alcune proprietà predefinite per ogni oggetto che non possono essere eliminate.
  • Record: un'istanza di un oggetto (ad esempio, "Tom Smith" è un record di contatto). Questi record possono essere associati a record di altri tipi di oggetti e possono essere utilizzati negli strumenti di HubSpot, come i flussi di lavoro.
  • Vista salvata: nelle case degli oggetti, un filtro creato per segmentare i record in base ai valori delle proprietà e limitare i record visualizzati per l'analisi.
  • Attività: un promemoria assegnato a un utente e associato a un record.
  • Ticket: l'oggetto utilizzato per memorizzare le informazioni sulle richieste dei clienti.

Domini

url-anatomy-brand-domain

  • Dominio radice/apex: il dominio principale e il genitore di eventuali sottodomini.
  • Dominio del marchio: il dominio del marchio si trova tra il sottodominio e il dominio di primo livello, altrimenti noto come nome di dominio. Il dominio del marchio fa sempre parte dell'URL, sia che si specifichi un dominio principale o un sottodominio.
  • Dominio di primo livello: l'ultima parte dell'URL. Il dominio di primo livello esprime la posizione del sito su Internet.
  • Sottodominio: la prima parte dell'URL. Il contenuto può essere ospitato su un sottodominio. Questo contenuto sarà separato dal dominio principale.
  • Dominio primario : un dominio (dominio principale o sottodominio) che sarà l'host predefinito per i contenuti.
  • Dominio secondario: un sottodominio che può ospitare contenuti, ma non sarà impostato sull'host predefinito.
  • Dominio di reindirizzamento : un sottodominio che reindirizza automaticamente a un altro dominio. Nessun contenuto è ospitato sul dominio di reindirizzamento.
  • Dominio di invio e-mail: un sottodominio che aggiunge un'ulteriore autenticazione alle e-mail di HubSpot, evitando che finiscano nei filtri antispam.

Strumenti di marketing

  • Ads: uno strumento che consente di collegare un account pubblicitario di Facebook, Google o LinkedIn per creare, tracciare e rendicontare le campagne pubblicitarie.
  • Account pubblicitario: un profilo amministrativo su Facebook, Google o LinkedIn, separato dall'account utente personale, utilizzato per creare annunci.
  • Pubblico di annunci: un gruppo di utenti di un network pubblicitario a cui ci si può rivolgere quando si pubblica un annuncio. È possibile creare quattro tipi di pubblico di annunci:
    • Pubblico dell'elenco di contatti: un pubblico creato da un elenco di contatti in HubSpot. Qualsiasi modifica ai contatti dell'elenco di HubSpot sarà sincronizzata in tempo reale con il network pubblicitario.
    • Pubblico di un elenco di aziende: un pubblico LinkedIn creato da un elenco di aziende in HubSpot. Qualsiasi modifica alle aziende dell'elenco di HubSpot sarà sincronizzata in tempo reale con LinkedIn.
    • Lookalike audience: un pubblico i cui membri condividono informazioni demografiche o interessi con i membri di un pubblico sorgente.
  • Allowlist: un elenco di indirizzi e-mail o indirizzi IP che il team IT ha contrassegnato come "mittenti sicuri" con il proprio provider di posta elettronica.
  • Blocklist: un elenco di server o domini di posta elettronica che un operatore di blocklist ha individuato per l'invio di spam.
  • Call-to-action (CTA): un pulsante o un collegamento ipertestuale utilizzato nei contenuti per portare i potenziali clienti sul vostro sito web e monitorare i clic.
  • Campagne:
    • Campagna pubblicitaria: nello strumento annunci di HubSpot, una campagna creata per reti pubblicitarie esterne (Google, Facebook e LinkedIn).
    • Campagna: nello strumento campagne di HubSpot, una campagna consente di associare asset e contenuti di marketing correlati (ad esempio, CTA, landing page e post sui social), in modo da poter misurare facilmente l'efficacia dei vostri sforzi di marketing collettivi.
  • Modulo: un insieme di campi che possono essere inseriti nel sito web per raccogliere informazioni chiave sui visitatori e sui contatti. Le informazioni inviate nei moduli vengono memorizzate nelle proprietà dei record del database CRM.
  • Elenco: una raccolta di contatti o aziende in base ai criteri impostati. È possibile utilizzare le liste in altri strumenti di HubSpot per segmentare un gruppo specifico di contatti.
  • E-mail di marketing: un'e-mail inviata dallo strumento e-mail di marketing, utilizzata per promuovere i vostri contenuti.
  • Moduli non HubSpot: un modulo esterno ospitato al di fuori di HubSpot. Se il codice di tracciamento di HubSpot è installato sulla pagina esterna, gli invii ai moduli non HubSpot saranno raccolti in HubSpot. Sono supportati anche alcuni form builder e plugin.
  • Token di personalizzazione: contenuto dinamico che si può inserire in un'e-mail o in una pagina e che cambia in base ai valori delle proprietà di un contatto nel CRM. Affinché i token di personalizzazione mostrino un valore, il contatto che li visualizza deve essere un visitatore tracciato con un record di contatto nel CRM e un valore di proprietà noto per quel token.
  • Pixel: un codice di tracciamento di terze parti che si può installare insieme al codice di tracciamento di HubSpot per creare pubblici di annunci e ottimizzare gli annunci.
  • Firma: un blocco di informazioni personalizzato utilizzato nelle e-mail individuali inviate attraverso il CRM di HubSpot e come token di personalizzazione per le e-mail di marketing.
  • Contenuti intelligenti: contenuti dinamici che visualizzano versioni diverse dei vostri contenuti in base ai criteri degli utenti. Oltre a creare CTA intelligenti e moduli intelligenti, potete utilizzare moduli di testo ricco o moduli personalizzati globali per aggiungere contenuti intelligenti alle pagine del vostro sito web, alle landing page e alle e-mail.
  • Tipo di abbonamento: la base legale per comunicare con i vostri contatti tramite e-mail. È possibile aggiungere o rimuovere tipi di abbonamento in modo che i contatti possano gestire leloro preferenze e-mail e scegliere i tipi di e-mail che desiderano ricevere (ad esempio, marketing, vendite e aggiornamenti del blog).

Strumenti di vendita

  • Playbook: una scheda di contenuti interattiva a cui si può accedere dai propri archivi per fare riferimento quando si parla con prospect e clienti.
  • Prodotti: i beni o i servizi che vendete. È possibile creare e gestire i prodotti nella libreria dei prodotti.
  • Preventivi: pagine web condivisibili che includono informazioni sui prezzi di un prodotto o servizio.
  • Estensione o componente aggiuntivo per le e-mail di vendita: estensione o componente aggiuntivo che consente di accedere agli strumenti di vendita direttamente dalla casella di posta in Gmail, Office 365 e Outlook desktop. È inoltre possibile tenere traccia delle aperture delle e-mail e registrare le e-mail nel CRM.
  • E-mail di vendita (one-to-one): un'e-mail inviata direttamente a un contatto dal CRM o dal client di posta elettronica utilizzando il componente aggiuntivo o l'estensione e-mail di vendita. Per inviare e-mail a un elenco di contatti, si consiglia di consultare le e-mail di marketing.
  • Modello di vendita: contenuto di e-mail salvato che può essere utilizzato per l'invio di un'e-mail dal CRM, dalla casella di posta elettronica utilizzando l'estensione o il componente aggiuntivo per le vendite o da una sequenza.
  • Snippet: un blocco di testo breve e riutilizzabile che può essere utilizzato nei record di contatti, aziende, transazioni e ticket, nei modelli di e-mail, nelle conversazioni di chat e quando si registra un'attività o una nota.
  • Sequence: uno strumento di automazione che invia una serie di e-mail one-to-one temporizzate e promemoria di attività per aiutare a coltivare i vostri contatti nel tempo.
  • Abbonamenti: se si utilizza lo strumento dei pagamenti per raccogliere pagamenti ricorrenti, verrà creato un record di abbonamento associato al contatto, all'azienda e al record dell'affare dell'acquirente.

Strumenti di servizio

  • Sondaggi di feedback:
  • Knowledge base: una libreria online di guide, documenti di riferimento e procedure di risoluzione dei problemi per i vostri clienti.

Chat

  • Chatflow: widget di chat che potete aggiungere alle pagine del vostro sito web. Esistono due tipi di chatflow:
    • Bot: una serie di azioni preimpostate in un chatflow che conducono i visitatori lungo un percorso fino a quando la loro richiesta viene risolta o possono mettersi in contatto con qualcuno del vostro team.
    • Live chat: flussi di chat che consentono ai visitatori di avviare conversazioni in tempo reale con i membri del vostro team.
  • Canale: i canali rappresentano i diversi percorsi che gli utenti possono seguire per contattare il team. Un canale può essere di quattro tipi: indirizzo e-mail del team, chat, modulo o Facebook Messenger. I messaggi inviati a uno qualsiasi dei canali collegati saranno gestiti insieme nella casella di posta delle conversazioni.
  • Portale clienti: una home dietro un login dove i clienti possono visualizzare, aprire e rispondere ai loro ticket di assistenza.
  • Email di riserva: un'email fornita da HubSpot che consente di utilizzare alcuni strumenti di HubSpot, come l'automazione dei ticket, se non si è ancora collegato un indirizzo email del team.
  • Posta in arrivo: la posizione centrale dello strumento di conversazione, dove appaiono i messaggi di tutti i canali collegati. È possibile visualizzare le conversazioni in corso, rispondere ai messaggi e creare ticket per tenere traccia dei problemi dei clienti.
  • Regole di targeting: impostare criteri che consentono di controllare il modulo pop-up o il chatflow che i visitatori vedono quando visitano il vostro sito web, in base all'URL del sito web, ai parametri di query e alle informazioni e al comportamento del visitatore. Combinate le diverse opzioni di targeting per adattare il flusso di chat o il modulo pop-up al visitatore specifico.
  • Team email: un tipo di canale che si può collegare alla propria casella di posta. Si tratta di un indirizzo e-mail condiviso a cui hanno accesso più utenti e che viene utilizzato per comunicare con i contatti. È diverso da un'e-mail personale che si collega nelle impostazioni di integrazione della posta elettronica.

Automazione

  • Azioni: le funzioni che vengono eseguite quando un record viene iscritto in un flusso di lavoro o quando un visitatore chatta con un bot.
  • Registri delle azioni: la cronologia degli eventi di un record iscritto che si sono verificati come risultato delle azioni in un flusso di lavoro.
  • Diramazione: un tipo di azione del flusso di lavoro che indirizza i record registrati lungo percorsi specifici in un flusso di lavoro, in base ai criteri impostati.
  • Ritardo: una pausa tra un'azione e l'altra.
  • Trigger di iscrizione: criteri di attivazione specifici selezionati per un flusso di lavoro che iscrive automaticamente gli oggetti quando soddisfano i criteri.
  • Email di riserva: un'email fornita da HubSpot che consente di utilizzare alcuni strumenti di HubSpot, come l'automazione dei ticket, se non si è ancora collegato un indirizzo email del team.
  • Cronologia delle iscrizioni: la cronologia dei record che si sono iscritti a un flusso di lavoro.
  • Elenco di soppressione: un elenco utilizzato per impedire a contatti specifici di iscriversi a un flusso di lavoro.
  • Trigger di disiscrizione: criteri specifici selezionati per un flusso di lavoro che rimuovono automaticamente i record da un flusso di lavoro quando soddisfano i criteri.
  • Webhook: un flusso di lavoro o un'azione bot che passa informazioni da HubSpot a un'altra applicazione web. I webhook possono essere utilizzati in vari modi, ad esempio per inviare dati e notifiche.
  • Workflow: strumento di automazione di HubSpot che registra automaticamente i record quando soddisfano specifici criteri di attivazione, quindi esegue una serie di processi di marketing, vendita o assistenza.

Sito web

  • Editor di contenuti: l'editor principale per i singoli asset all'interno degli strumenti di contenuto di HubSpot. Si tratta di post di blog, landing page, pagine di siti web, e-mail di marketing e articoli della knowledge base.
  • Dominio: indirizzo di un sito web in cui sono ospitati i contenuti.
  • Design manager: strumento utilizzato dai progettisti per creare e organizzare moduli e modelli.
  • File: un contenuto caricato nello strumento file di HubSpot, come un'immagine, un PDF o un video.
  • HubDB: un database relazionale, formattato come un foglio di calcolo con righe, colonne e celle in una tabella.
  • Modulo: un componente di design riutilizzabile che può essere utilizzato nei modelli o aggiunto alle pagine o alle e-mail utilizzando l'editor di trascinamento.
    • Moduli comuni: un insieme di moduli standard nell'editor di contenuti per le risorse create con un modello drag and drop.
    • Moduli personalizzati: moduli creati nel design manager per implementare funzionalità più avanzate.
  • Modello iniziale: un layout di pagina semplificato con funzionalità limitate.
  • Template: un layout salvato utilizzato per organizzare i moduli di un'e-mail o di una pagina di blog, landing o sito web.
  • Tema: un insieme di modelli e stili che controlla l'aspetto delle risorse di contenuto.
  • Codice di tracciamento: un codice con JavaScript, unico per ogni account HubSpot. Il codice di tracciamento viene incluso automaticamente nei post del blog HubSpot, nelle landing page e nelle pagine del sito web. Se aggiunto al vostro sito esterno, HubSpot può tracciare e inviare i dati sul traffico del sito al vostro account HubSpot e aggiungere i widget di chat del vostro account al vostro sito.

Rapporti

  • Dashboard: un'unica visualizzazione di più report. Create dashboard per organizzare i vostri report in una posizione centrale.
  • Rapporti di attribuzione: rapporti che misurano la conversione lungo il percorso del cliente. Con i report di conversione, è possibile comprendere meglio quali attività portano alla creazione di contatti e offerte, nonché i ricavi generati dalle offerte chiuse.
  • Fonte originale: una proprietà del contatto impostata automaticamente che mostra la provenienza del contatto. Le proprietà di drill-down sulla fonte originale forniscono ulteriori informazioni sulla fonte originale del contatto.
  • Report: strumento utilizzato per analizzare le tendenze dei vostri strumenti HubSpot. Tutti gli account HubSpot sono dotati di una libreria di report e si possono creare report personalizzati. I tipi di report includono:
    • Rapporto su un singolo oggetto: un rapporto basato su un singolo oggetto, ad esempio i contatti.
    • Rapporto su oggetti incrociati: un rapporto basato sulla relazione tra due oggetti, ad esempio contatti e offerte.
    • Funnel report: un report che mostra i tassi di conversione tra le varie fasi.
    • Rapporto di attribuzione: un rapporto che mostra quali interazioni o attività determinano conversioni e ricavi.
  • Libreria di report: una directory di report standard precostituiti che possono essere aggiunti all'elenco di report o ai dashboard.
  • Sessione: misura dell'impegno dei visitatori di un sito web in cui le attività del sito sono raggruppate.
L'articolo è stato utile?
Questo modulo viene utilizzato solo per il feedback della documentazione. Scopri come ottenere assistenza con HubSpot.